Sploshing: gioco sessuale o parafilia?

Avete mai giocato con la panna o la nutella? Le avete mai cosparse sul vostro partner per rendere un incontro sessuale più divertente e gustoso? Allora anche voi avete praticato, in forma più o meno lieve, quello che viene definito “sploshing”, attività che, nelle situazioni in cui diventa abituale e fondamentale per l’eccitazione, rientra in una categoria parafilica di tipo feticista, il cosiddetto “wet and messy” (WAM).

Questa forma di feticismo consiste nel ricoprire una persona, ricoprirsi o farsi ricoprire di cibo o altre sostanze umide, molli, oleose, ecc. oppure guardare qualcuno che lo fa, senza partecipare attivamente.

Il wet and messy si fa con l’uso di torte, panna, creme, schiuma da barba, fango, olio, latte, cioccolata liquida, sciroppi, budini, lozioni, burro, succo di frutta, ketchup, gelato, birra, vernice e altre sostanze “bagnate” o che “sporcano”, le quali vengono spalmate su se stessi o su altre persone, lanciate addosso, oppure nelle quali ci si immerge (una piscina gonfiabile piena di panna, ad esempio) o ci si rotola. Il lancio delle torte, cospargere di schiuma la testa di qualcuno durante il carnevale o per fare uno scherzo, sono attività che molti di voi avranno visto, subito o perpetrato. Ma non sapevate che potevano avere dei riferimenti sessuali, vero? Al limite le immaginavate come comportamenti agonistici o lievemente aggressivi. Forse era più facile per voi sessualizzare le lotte nel fango, che si basano sugli stessi presupposti, d’altra parte.

Lo sploshing utilizza la consistenza e gli odori del cibo o di altre sostanze e liquidi per rendere il corpo simile a una tela, su cui dipingere (e qui viene naturale un riferimento all’uso della vernice per il body painting) e attraverso cui provare diverse sensazioni, tattili, olfattive, gustative.

WAM e sploshing possono includere lanciare cibo o altre sostanze contro qualcuno, le lotte con il cibo, le lotte nel fango, spalmare cibo o altre sostanze su se stessi o gli altri, sedersi sul cibo (un esempio è il cake-sitting). Tutte queste operazioni possono essere effettuate su corpi nudi o vestiti. Per alcuni indossare vestiti durante questa pratica aumenta la potenza dell’esperienza. Alcune persone amano, poi, inserire sostanze e cibo nella biancheria mentre viene indossata.

In tutti i casi, l’eccitazione è legata soprattutto al passaggio da un corpo pulito ad uno “sporco”, imbrattato. Alcune persone, come ho accennato prima, non fanno né ricevono questo tipo di “trattamento”, bensì si limitano a guardare.

Esistono diverse sfumature di questa pratica e vari livelli di coinvolgimento. Alcuni la usano in parte ma non del tutto e solo in sporadiche occasioni, altri la mettono in atto ampiamente e frequentemente, alcuni praticano lo sploshing senza dare alle loro attività la connotazione di WAM, altri invece si definiscono attraverso questo tipo di preferenza ed esistono sul web molti forum e siti che parlano di questo argomento e a cui partecipano e in cui si scambiano esperienze vasti gruppi di persone.

Sul web circola anche moltissimo materiale video e fotografico sullo sploshing, e molta parte di questo materiale, non connotato esplicitamente da aspetti sessuali o pornografici, non viene vietato ai minori, apparendo come qualcosa di normale e legato allo scherzo o al gioco.

Ci sono dei rischi in questa pratica? Sì, se il comportamento viene messo in atto senza alcune precauzioni.

Innanzitutto è rischioso inserire cibo o sostanze in vagina o spalmarli direttamente sui genitali. Il contato con le mucose sensibili può causare, infatti, infezioni, irritazioni ed allergie. Occorre evitare anche il contatto con le zone irritate o ferite della pelle, l’utilizzo di cibi acidi, piccanti, o ruvidi (ad esempio quelli contenenti semi, come il kiwi, o pezzi di frutta secca, come la torta alle nocciole), che possono danneggiare, graffiare, escoriare o, come nel caso delle salse a base di peperoncino, bruciare la pelle e gli occhi. Il contatto di qualsiasi cibo con gli occhi può essere altamente dannoso, quindi quando si gioca a lanciarsi le torte, si dovrebbe indossare un paio di occhialini da nuoto o tenere gli occhi chiusi, e poi pulirli e lavarli immediatamente.

Evitare anche l’uso di cibi che possono provocare allergie gravi e chiedere sempre al partner di gioco se è allergico a qualche sostanza, prima di decidere quali prodotti acquistare.

Alcune sostanze, inoltre, possono causare la rottura o il danneggiamento del preservativo, anche se spesso WAM e sploshing sono separati dal rapporto sessuale, dato che in questa pratica, tipicamente, c’è sempre chi imbratta e chi viene imbrattato e se si fa del sesso anche la persona attiva verrebbe sporcata e il cibo finirebbe un po’ ovunque.

È importante scegliere cibi, odori, consistenze che sono piacevoli per tutte le persone coinvolte, altrimenti l’attività diventa spiacevole.

Attenzione agli scivoloni e cadute. Cibo e sostanze possono facilmente finire sul pavimento e l’effetto buccia di banana è sempre possibile.

2 commenti

    1. Ahahahah sì Provato!!!
      Fango & Torte in faccia!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.